(IN) Netweek

MILANO

Con le elezioni arrivano gli specchietti per le allodole L’amico del popolo di Roberto Poletti

Share

Tra qualche mese si va a votare e, come ogni volta, iniziano i saldi di fine stagione. Il governo, nella disperata impresa di veder confermata la maggioranza che adesso guida il Paese, annuncia una serie di provvedimenti a favore dei cittadini. Nuove assunzioni. Tagli alle tasse. Rivoluzioni un po' in tutti i settori.

Vedrete se non ho ragione. Specchietti per le allodole. Trucchi per acchiappare voti. Posso tranquillamente prevedere due cose, senza paura di essere smentito.

Primo fatto: gran parte delle novità che ci verranno proposte si limiteranno al solo annuncio e faranno la stessa fine di quel provvedimento che annunciava il taglio delle scandalose pensioni dei vecchi parlamentari: si areneranno da qualche parte e chi si è visto si è visto.

Secondo fatto, ancor più grave: per cercare di arruffianarsi i cittadini, i politici andranno ad attingere a piene mani nelle casse disastrate dello Stato. Così che il conto, con gli interessi, ce lo presenterà il governo successivo, costretto a una nuova manovra di ripianamento dei conti. Perché sarà così. Fanno i furbi, ma a spese nostre. Che assistiamo, quasi impotenti, all'ennesima sceneggiata.

Leggi tutte le notizie su "Paderno Dugnano"
Edizione digitale

Autore:plt

Pubblicato il: 07 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.