(IN) Netweek

MILANO

Bertolaso al fianco di Regione per gestire l’emergenza xx

Share

I numeri dei contagi e dei morti continuano ad aumentare, gli ospedali sono vicini al collasso e sabato scorso il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha chiesto al dottor Guido Bertolaso di affiancarlo come consulente personale per la realizzazione del progetto di costruzione di un nuovo ospedale dedicato ai pazienti Covid nelle strutture messe a disposizione della Fondazione Fiera di Milano al Portello. Fontana ha ringraziato Bertolaso che ha accettato l’incarico per il quale riceverà un compenso simbolico di un euro.

L’ira di Gallera

La settimana che ci siamo lasciati alle spalle, purtroppo, è stata caratterizzata anche dal caso mascherine. Lo scontro tra Governo e Regione si è consumato su una fornitura di 250 mila dispositivi a settimana che la Protezione civile ha inviato in Lombardia per essere smistati negli ospedali. Medici e infermieri si sono rifiutati di indossarli perché non omologati e garantiti dalla certificazione. Un incidente che ha mandato su tutte le furie l’assessore al Welfare, Giulio Gallera, persona molto moderata e misurata, poco incline a sollevare polemiche. «A noi servono mascherine certificate, marchiate Cee, invece ci hanno mandato un fazzoletto, un foglio di carta igienica, di Scottex - ha sbottato - Non voglio far polemica, ma è evidente che non è possibile utilizzarle da parte dei sanitari che lavorano a questi ritmi. Non è consentito e accettabile per una persona che sta con pazienti infetti».

Quante donazioni

La richiesta di questi dispositivi è altissima, essendo necessari anche per chi continua a lavorare in azienda. «Ad oggi abbiamo acquistato 21 milioni di mascherine chirurgiche (FF2p e FF3p) e di queste ce ne sono state consegnate 1,8 milioni - ha detto l’assessore regionale al Bilancio, Davide Caparini - Un’altra quota importante arriverà entro fine mese. L’obiettivo è di dotare tutti di mascherine professionali. Stiamo lavorando affinché farmacie e supermercati possano averle». Caparini ha poi ringraziato le tante aziende che hanno donato questi dispositivi. Tra queste figura la Kapriol di Lecco della famiglia Morganti, che ha regalato ben 80 mila mascherine a strutture sanitarie lombarde e enti impegnati in prima linea per combattere questa emergenza sanitaria.

1.200 posti letto

I vertici della Regione hanno spiegato il lavoro continuo per recuperare posti in terapia intensiva. «Oggi in Lombardia ci sono 1200 posti letto in terapia intensiva, 898 dedicati ai pazienti Covid, 732 dei quali sono ora occupati da pazienti positivi e gli altri sono in attesa del risultato del tampone - ha detto Gallera - Continua la corsa contro il tempo: stiamo cercando di svuotare gli ospedali con maggiore pressione». Poi c’è sempre il problema del reclutamento del personale. «Sono arrivate 1.600 domande e ne abbiamo già valutate 692, di cui 68 medici specialisti, 137 specializzandi, 74 medici laureati e 323 infermieri. Entro fine settimana apriremo circa 100 nuovi posti di terapia intensiva. Però resta il problema della disponibilità dei respiratori», ha concluso l’assessore al Welfare. Intanto inizia a prendere forma il progetto di realizzare un nuovo ospedale a Fiera Milano City. «In questo momento non siamo in possesso degli strumenti che servono per rendere operativa questa sede - ha spiegato Fontana - Noi, con la Fondazione Fiera Milano, abbiamo garantito la struttura, ma nessuno è in grado di fornirci medici e ventilatori». Ma per realizzare questo ambizioso progetto è arrivato Bertolaso.

Leggi tutte le notizie su "Paderno Dugnano"
Edizione digitale

Autore:gcf

Pubblicato il: 16 Marzo 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.